IL CEBO E IL MILLEPIEDI: DROGA O INSETTICIDA?

IL CEBO E IL MILLEPIEDI: DROGA O INSETTICIDA?

Maggio 21, 2018 Off Di Chiara Grasso

I cebi dal cornetti (Cebus apella) e in generale le scimmie cappuccine del genere Cebus Sud Americane strofinano sul loro corpo dei millepiedi che producendo dei benzoquinoni, hanno proprietà repellenti per gli insetti, i batteri e i parassiti.

In queste fotografie scattate dall’etologa Chiara Grasso all’interno del santuario free-roaming Monkeyland in Sudafrica, possiamo vedere un esemplare di Cebus apella impegnato a cospargersi della secrezione di un millepiedi africano. Le teorie che si possono abbracciare in questo caso possono essere: il controllo ectoparassitario, il trattamento di malattie della pelle, il rafforzamento della comunicazione olfattiva, la produzione di una sensazione piacevole sulla pelle, e l’induzione di uno stato psicotropo. In alcuni casi, infatti, alcune specie di millepiedi (Anadenobolus monilicornis), vengono utilizzate dalle scimmie cappuccine e dalle scimmie civetta per produrre uno stato di eccitazione che dura circa 30 minuti.

Che si stesse drogando, o che si stesse disinfettando non si sa, ma quello che è sicuro è che un tale comportamento auto-medicativo e/o volontariamente inebriante è prova di un’incredibile capacità cognitiva.