ESCLUSIVA: YAMAMAY APPOGGIA L’ABUSO DI FELINI

ESCLUSIVA: YAMAMAY APPOGGIA L’ABUSO DI FELINI

settembre 28, 2018 Non attivi Di Chiara Grasso

ESCLUSIVA ETICOSCIENZA!
Siamo i primi a riportare la notizia che conferma che Yamamay devolverà parte degli incassi a Black Jaguar White Tiger.

Questo “santuario” americano reso famoso da VIPs e Instagram, è in realtà un incubo per i 300 felini che sono ospitati. Sulla carta è riconosciuto come uno zoo: la struttura è registrata come “Zoological Entertainment Facility.” – una sorta di Circo in cui i felini vengono coccolati come peluches, senza alcuna competenza scientifica.
Inizialmente recuperava tigri e leoni provenienti da circhi, poi, Eduardo Serio, il ricco fondatore, ha capito il business che poteva nascere e ha iniziato ad “accogliere” innumerevoli e di sospetta provenienza cuccioli – diventando un vero e proprio “collezionatore di felini

A quel punto non esisteva più nessun “recupero”, nessun animale salvato. Bensì animali allevati a mano (hand raised) e umiliati.
Gli animali vengono cresciuti e allevati a mano, che a quel punto non hanno alcun minimo contatto con la madre, facendoli imprintare sull’Uomo e obbligandoli ad interazioni innaturali e insane sia con l’Uomo che con altri animali con cui non condividono la nicchia ecologica.
Da adulti, i felini ormai addomesticati e abituati all’Uomo, vengono privati della loro Natura come in un vero e proprio circo per poter interagire ed essere coccolati da lui e dalle Stars.
La scusa che viene pubblicizzata è che sono cuccioli salvati dal “pet trade” o dai circhi, ma la realtà dei fatti è che lui li tratta e li gestisce proprio come se fossero animali da compagnia – quindi questo “salvataggio”, in realtà non cambia per nulla la sorte del felino.

Sono milioni e milioni i dollari di donazioni che la Black Jaguar incassa ogni anno, con la scusa di aiutare animali “recuperati” e che sia possibile salvarli. In realtà si tratta di un vero e proprio business nero, come gli altri santuari africani in cui si coccolano leoni e ghepardi.
Black Jaguar White Tiger è uno zoo, un petting park, un circo – niente di sano, di etico, di scientifico. Niente di buono.

E tutto mascherato da una facciata ipocrita e falsa.
Un posto in cui gli animali vengono spettacolarizzati, resi clown, resi peluches, privati di ogni necessità specie-specifica, in cui viene violata la loro selvaticità per il puro gusto di interagire con loro e interferire con la loro Natura. Ecco cos’è il “santuario” che Yamamay orgogliosamente sostiene.
Una vergogna per il noto brand.


Era stata addirittura aperta una petizione per indagare sul presunto “santuario”: www.change.org/p/black-jaguar-white-tiger-black-jaguar-white-tiger-show-us-proof-of-your-rescues

E altri articoli in tutto il mondo sono stati redatti contro questa prigione per felini:
www.quora.com/Is-the-Black-Jaguar-White-Tiger-Foundation-legitimate
http://911animalabuse.com/black-jaguar-white-tiger/
https://medium.com/@poojanarayanan/black-jaguar-white-tiger-sanctuary-or-sham-5c5a2b392762
https://icarusinc.blog/2017/06/24/money-over-morals-colombias-conservation-failure/