“NON TENETE I PAPPAGALLI IN CASA!”: LA TESTIMONIANZA DI UN EX PROPRIETARIO

Un giovane ragazzo, ex detentore di specie esotiche,  ci ha contattato per lanciare un appello. Di seguito trovate il testo integrale del suo messaggio.  

<<Salve, sono Saverio Palmieri, scrivo qui per mail perché venga pubblicata la mia testimonianza sul perché non acquistare animali esotici.

Sono un ragazzo di 21 anni. 2 anni fa è venuta a mancare Rosalinda, una bellissima lori arcobaleno, pappagallo di origini australiane.Ancora oggi non mi do pace, perché anche se gli animali muoiono a tutti, mi sento terribilmente in colpa, pur avendolo l’acquisto fatto mia madre, per la vita breve e in cattività che Rosalinda ha fatto.Rosalinda è vissuta soli 7 anni, all’interno di una casa, mentre in natura avrebbe raggiunto tranquillamente i 40 anni e avrebbe vissuto volando tra i cieli delle splendide e lussureggianti foreste pluviali australiane e i cieli dei deserti e degli oceani, o al massimo tra i cieli di qualche bellissima città australiana. Invece a causa dell’egoismo, e soprattutto dell’ignoranza umana, è vissuta in cattività, senza contatto con i suoi simili e, a causa di errori di gestione (molto comuni tra i proprietari di pappagalli e successivamente spiegherò perché), per un periodo di tempo davvero breve rispetto al suo potenziale di vita. Probabilmente è morta a causa di una malattia infettiva che gliel’abbiamo passata noi. Scrivo affinché nessuno più commetta l’errore di acquistare un pappagallo o qualsiasi altro animale selvatico, esotico o meno.Sono anni che sono all’interno di gruppi dedicati ai pappagalli in cattività e continuamente vedo morti premature di questi tanto longevi animali, talvolta anche brutali morti domestiche (es. pappagallo finito nella pentola bollente, pappagallo finito nella lavastoviglie e altri orrori dovuti alla gestione in ambito domestico di questi splendidi uccelli) continuamente vedo uccelli che vivono da soli, privati di qualsiasi contatto con i loro simili. Rosalinda come molti pappagalli si era molto affezionata a noi essendo stata ahimé imprintata dall’uomo da quando è nata, ma dobbiamo capire che se si  riescono ad affezionare, ciò è solo per la loro enorme e spiccata intelligenza e estrema socievolezza. Non per questo dobbiamo abusare di loro. Proprio invece per la loro intelligenza e socievolezza dovremmo evitare di tenerli in casa perchè meritano di vivere come Madre Natura li ha creati : da animali selvatici.Quei pochi  che vedo sui gruppi, tra i proprietari di pappagalli, che sanno gestirli un po’ meglio degli altri (perché alla maggioranza non affiderei nemmeno un pesce rosso, figuriamoci un pappagallo), per quanto una ”gratificante” possa essere una vita in cattività, si accorgono subito di come sia sbagliato condannare alla cattività per puro fine egoico, questi animali intelligenti e sociali e quasi tutti si trovano estremamente pentiti di averli acquistati e di farli vivere da prigionieri dietro quattro mura di una casa. I pappagalli non appartengono alle gabbie né agli esseri umani, appartengono alla natura selvaggia, che noi sogniamo tanto e poi condanniamo alla prigionia chi ci è nato per starci. I cani, che io stesso detengo, sono animali che vivono da tempo con noi, e pertanto anche il più ignorante, per quanto ignorante possa essere e per quanto anche qui i casi di maltrattamento esistono, riesce a gestire e far fare una vita gratificante al cane. Al pappagallo è impossibile, perché bisogni psico-fisici tra cui volo libero, habitat tropicale, spazi che non riuscirete mai a riprodurre in cattività, dieta, e bisogno di stare con i propri simili, non possono essere soddisfatti in ambiente domestico, o se qualche bisogno può ciò è davvero molto difficile e mai paragonabile alla vita WILD . E allora perchè continuare con questo commercio di prigionia e morte ? La compravendita di animali esotici causa enormi sofferenze sia agli animali che allo stesso uomo e io sono la prova vivente di come ciò sia vero. Il Cites, oltre che falsificabile, non serve proprio a nulla, perché pure Rosalinda ce lo aveva e ciò non ha tolto la misera e breve vita che ha fatto in cattività. Per favore se state pensando di acquistare un pappagallo o un altro animale esotico non fatelo ! Porterete sofferenza, e in alcuni casi morte, all’animale e soffrirete anche voi stessi perché questi animali devono essere liberi. Mi auguro di essere stato chiaro e di risvegliare quante più coscienze possibile. Mando un caro saluto agli etologi di EticoScienza, che hanno tutto il mio supporto nello schierarsi contro la compravendita e lo sfruttamento di animali esotici e a tutti quelli che leggeranno la mia storia. Grazie>> 

Il nostro contributo scientifico riguardo alla detenzione delle specie esotiche pubblicato su Vet Record. Clicca qui

chi siamo

ETICOSCIENZA

ETICOSCIENZA

Associazione di Etologia Etica®

Divulgazione scientifica, ricerca naturalistica, corsi di formazione, eventi, seminari universitari, educazione ambientale e sostegno a progetti di conservazione.


SCOPRI DI PIU’

Seguici sui social

Autore

Articolo scritto da un associato o un collaboratore esterno dell'Associazione ETICOSCIENZA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: