L’INCREDIBILE INTELLIGENZA DEI CORVIDI E LA CAPACITA’ DI CREARE UTENSILI

L’INCREDIBILE INTELLIGENZA DEI CORVIDI E LA CAPACITA’ DI CREARE UTENSILI

Ottobre 31, 2018 Off Di Collaborazioni Esterne

Stando a una nuova ricerca, pubblicata su Nature Scientific Report, i corvi della Nuova Caledonia (Corvus moneduloides) sono capaci di creare utensili combinando più oggetti tra loro. Un’abilità che in natura è riconosciuta solo all’uomo e poche altre scimmie superiori, e che l’antropologia  indica come tappa fondamentale dell’evoluzione umana.

 

I ricercatori del Max Planct Institute di Seewiesen, in Germania, assieme ai colleghi dell’università di Oxford, nel Regno Unito, hanno osservato la capacità di creare utensili combinando tra loro oggetti diversi, che presi singolarmente non avrebbero alcuna utilità. La capacità di creare utensili è stata fino ad ora osservata solo in alcuni primati oltre all’uomo, e anche i bambini impiegano anni prima di riuscire a creare degli oggetti funzionali. Probabilmente perché l’azione richiede creatività e capacità di pianificazione ancora non sviluppate nei primi anni di vita.

La scoperta, pubblicata il 24 ottobre 2018 su Nature Scientific Report è a modo suo impressionante, viene mostrato che i corvidi posseggono delle abilità cognitive talmente flessibili da permettergli di prevedere le probabili funzioni di oggetti a loro sconosciuti.

 

I corvi della Nuova Caledonia (Corvus moneduloides) sono già noti per essere tra gli animali più intelligenti al mondo e per la loro capacità di utilizzare oggetti di vario tipo come utensili rudimentali. Nel 2002 il corvo soprannominato Betty divenne famoso nel mondo anglosassone per essere stato filmato nell’atto della creazione di un bastoncino uncinato, un gesto spettacolare che è in realtà molto diffuso in natura, per cui sono oramai diverse le testimonianze (come nel video seguente) di esemplari della stessa specie che ricorrono a strumenti simili per recuperare alimenti altrimenti irraggiungibili. Non solo, questi animali sono noti anche per la “cura” che dedicano ai loro strumenti, migliorandoli, ovvero modificandoli per adattarli alle diverse situazioni di utilizzo e per la capacità memorizzare il processo di creazione degli strumenti, facendo addirittura pensare a casi di evoluzione culturale.

 

La capacità di questi animali di avvalersi di strumenti improvvisati era quindi già nota alla comunità scientifica, ciò che però non era mai stato osservato era proprio la capacità di combinare oggetti diversi per crearne uno e novo. Abilità questa, che in termini evoluzionistici segna un passo cruciale addirittura nella storia dell’uomo.

 

 

Con questo ultimo studio si aggiunge un tassello in più nel mosaico di abilità cognitive della specie. I ricercatori sospettano che i corvi della Nuova Caledonia applichino una sorta di simulazione virtuale dei problemi, figurandosi diverse possibili soluzioni prima di agire.

Nello studio, a otto esemplari è stato posto il problema di recuperare il cibo contenuto in quello che viene chiamato puzzle boxe in inglese, ovvero un sistema di scatole che per essere aperto richiede di risolvere un piccolo rompicapo. Dopo un primo test in cui gli uccelli dovevano utilizzare almeno un bastoncino di legno per far sfilare il cibo verso l’apertura (superato da tutti gli 8 esemplari), gli scienziati hanno posizionato il pezzetto di cibo ad una distanza tale da rendere impossibile l’utilizzo di un semplice bastoncino di legno. In questo secondo test, 5 corvi sono stati capaci i combinare i bastoncini con pezzi di siringhe ipodermiche smontate per creare oggetti della lunghezza utile a raggiungere il nutrimento. L’esperimento è stato ripetuto fino a far loro combinare assieme 4 pezzi di lunghezze diverse.

 

Nonostante il processo mentale alla base non sia ancora chiaro, la scoperta di questa di questa straordinaria capacità è di per se un passo importante.

Sono pochi gli animali in grado di creare e utilizzare strumenti, nell’uomo i bambini devono aspettare i 5 anni per essere in grado di costruire oggetti utilizzabili per risolvere dei problemi. Che i corvi siano in grado di risolvere problemi e costruire utensili non implica necessariamente che abbiano delle capacità cognitive paragonabili alle nostre, seppure lo sviluppo di queste abilità sono considerate tappe fondamentali nell’evoluzione umana e si pensa si siano sviluppate assieme linguaggio e altre operazioni complesse tipiche della nostra specie.

 

Articolo di Simone Clemente

 

Riferimenti:

M. P. von Bayern, et al.2018.  Compound tool construction by New Caledonian crows. Scientific Reports,  8 (1)

A. Jelbert et al. 2018 Mental template matching is a potential cultural transmission mechanism for New Caledonian crow tool manufacturing traditions. Scientific Reportsvolume 8: 8956

 

Immagine: Corvo della Nuova Caledonia, Credit: Auguste von Bayern

Video: Nel video: Corvus moneduloides che utilizza utensili di diverse lunghezze per procurarsi il cibo. Da Wimpenny et al. 2009, Plos One. Licenza  Creative