STOP AGLI ANIMALI ESOTICI A CASA

Articolo e immagine a cura di Christian Lenzi
 
Gli animali esotici sono quelli provenienti da altri Paesi o da altri continenti, che arrivano in un luogo diverso da quello di origine tramite le più disparate attività umane (compreso l’allevamento).
Tenere a casa specie esotiche come animali da compagnia, o come oggetti di collezionismo, é un riflesso antropocentrico della voglia di “portarsi a casa la Natura”. La maggior parte degli animali esotici che vengono usati come pet sono animali selvatici. Ricordiamoci che un individuo di una specie selvatica, anche se viene tenuto a casa, non diventa domestico ma é solo addomesticato. Questo implica che i suoi bisogni rimangono quelli di un animale selvatico.
Come si puó garantire che il benessere animale sia soddisfacente per animali selvatici tenuti in ambiente domestico, a stretto contatto con l’Uomo e forzati a comportamenti lontani dal loro repertorio comportamentale di specie? Come si possono rispettare i loro bisogni fisiologici ed etologici specie-specifici?
Inoltre le specie esotiche, lontane dal loro ambiente d’origine, possono provocare potenzialmente danni devastanti alla nostra salute, al nostro ambiente e ai nostri animali nativi (per esempio: fenomeno delle invasioni biologiche).
E allora perché continuare con questa pratica solo per soddisfare i nostri bisogni umani?
Seguici sui social

Autore

Biologo Naturalista

Laurea Triennale in Scienze biologiche presso "Sapienza" Università di Roma e specializzazione con una Laurea Magistrale in Evoluzione del Comportamento Animale e dell'Uomo presso l'Università di Torino (votazione: 110 e lode). Dopo aver svolto uno stage formativo presso "Ecotoxicology and Animal Behavior Laboratory" (Iasi, Romania) ed essere stato guida naturalista e ricercatore presso "Monkeyland Primate Sanctuary" (Plettenberg Bay, Sudafrica), ha ricoperto il ruolo di Wildlife Manager presso "Kids Saving the Rainforest - Wildlife Sanctuary and Rescue Center" (Quepos, Costa Rica). Da settembre 2019 è socio della Società Italiana di Etologia e membro della giuria per il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica. Dopo una recente collaborazione nell'ambito dell'educazione ambientale con il Parco fluviale Gesso e Stura, attualmente si occupa di ricerca e divulgazione scientifica presso l'Associazione ETICOSCIENZA.

christianlenzi.eticoscienza@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: