NON BASTAVA JOVANOTTI. ORA ANCHE MENGONI.

NON BASTAVA JOVANOTTI. ORA ANCHE MENGONI.

Luglio 8, 2019 Off Di Chiara Grasso

MARCO MENGONI, SULLA SCIA DI JOVANOTTI, HA CAVALCATO L’ONDA MEDIATICA E HA PRESENTATO IL SUO PROSSIMO TOUR “NATURALE

Così, è come si presenta uno dei cestini presenti nella spiaggia di Lignano dopo il primo concerto del Jova Beach Tour. Un tour che prometteva “di lasciare le spiagge più pulite di come le abbiamo trovate”, ma così non sembra. O peggio, se così è davvero…sarà solo grazie a ruspe e trattori che per pulire la spazzatura lasciata dalle decine di migliaia di persone, dovranno percorrere tutta il litorale, mettendo a rischio la vita e la sopravvivenza della fauna marina (fratini e tartarughe in primis) presente sulla spiaggia.
E della plastica, che dopo la pioggia e il vento, è inevitabilmente finita in mare ne parliamo?
Ne parla il WWF, patrocinante dell’evento che da mesi rassicura che ogni azione verrà fatta sotto l’occhio attento dei volontari…che però tanto attento, ieri, non è sembrato.

E dopo gli appelli ai Comuni “al buonsenso e alla collaborazione” per cercare di tutelare i quattro pulcini di fratino, una specie protetta, presenti nell’area dell’evento, le associazioni AsOER, Italia Nostra Rimini, Legambiente e Lipu hanno inviato un esposto, fra gli altri, alla Procura della Repubblica di Rimini e al Ministero dell’Ambiente per chiedere di spostare o posticipare il concerto, visto il periodo di nidificazione del fratino, specie protetta e a rischio.

E se mesi fa noi di ETICOSCIENZA eravamo preoccupati del cattivo esempio che un concerto del genere potesse dare ad altre case discografiche, ora siamo seriamente allarmati, perché questa paura è diventata realtà:
Marco Mengoni inizierà tra pochi giorni il suo tour di concerti ” Fuori Atlantico – Attraversa la bellezza” in luoghi di interesse naturalistico e culturale.

mengoni concerto naturale

Esattamente come Jovanotti, anche Mengoni si fa chiamare “Portavoce della Natura”, ricordando che come Jova, anche lui è da sempre attento all’ambiente e già ambasciatore italiano della campagna Planet or Plastic? di National Geographic.
Marco Mengoni, proprio per questo suo amore per la Natura, invita il suo pubblico a scoprire i luoghi nascosti del Paese, “testimoniando ancora una volta la sua attenzione per l’ambiente, la cultura e la bellezza“.
Risultati immagini per laghi fusine mengoni
Il tour viene promosso come “Una produzione completamente diversa, sicuramente, più attenta alle specificità dei diversi luoghi e sicuramente più leggera, minimale. Saranno cinque concerti speciali e pensati ad hoc per le location naturali. Ambienti simbolo della conservazione artistica e culturale del nostro Paese, dalla magia suggestiva del labirinto più grande del mondo alla visuale sorprendente di un teatro en plein air nel cuore della Sicilia, dal paradiso naturale degli sportivi tra Umbria e Marche, al palcoscenico di pietra delle cave, per finire tra le acque calme di un lago immerso nelle montagne” – “Porterò la nostra musica in giro per l’Italia in alcuni luoghi di bellezza. Sarà uno spettacolo che rispetti l’integrità di questi posti meravigliosi, sperando di esserne all’altezza. Ci vediamo lì!” afferma il cantante.
E noi, che questi posti vengano preservati ce lo auguriamo davvero e sopratutto ci auguriamo, ma dubitiamo, che rimangano “Paradisi naturali” dopo l’arrivo previsto delle 70.000 persone.
Risultati immagini per monte cucco

E niente, ringraziamo il Jova Beach Party per aver dato inizio alla devastazione della poca natura rimasta…sicuramente a ritmo.
È iniziata l’era dei concerti in Natura: una minaccia che non avevamo ancora considerato.
Dove musica a palla, plastica e centinaia di migliaia di persone potranno calpestare aree naturali, disturbare fauna selvatica, mettere in pericolo specie a rischio, riempire di inquinamento e spazzatura il suolo, l’aria, il mare, i fiumi e le spiagge.

E se già l’Uomo non aveva compreso fin’ora il valore del rispetto del limite e del rispetto della Natura, sicuramente purtroppo non sarà grazie a questi “portavoce della Natura”, che la cosa migliorerà, anzi.
Temiamo proprio il contrario.

Un’altra grande scoperta mediatica ed economica, che non vuole fare i conti con l’emergenza ambientale cui ci troviamo costretti ad affrontare tutti i giorni.
Ci aggiorniamo nei prossimi mesi quando sarà il turno degli altri big della musica nazionale ed internazionale, che abbandoneranno i palasport, per cantare nei parchi Naturali.
Ancora grazie Jova. Ci voleva proprio!

Fonti:
http://news.mtv.it/musica/marco-mengoni-tutto-quello-che-ce-da-sapere-sul-nuovo-tour/

https://tvzap.kataweb.it/news/255153/marco-mengoni-fuori-atlantico-date/

https://music.fanpage.it/marco-mengoni-si-fa-portavoce-dellambiente-con-cinque-concerti-speciali-in-estate/