MATEMATICI NEL POLLAIO

MATEMATICI NEL POLLAIO

Febbraio 25, 2019 Off Di Collaborazioni Esterne

Articolo del nostro associato Francesco Attanasio

Nell’aia si nascondono geniali uccelli che sanno contare, ordinare e imparare, superando i propri limiti: dagli ultimi studi è emerso che le galline sanno fare questo e anche di più.

 

La rivincita dei polli

Le galline (Gallus gallus domesticus) convivono con l’uomo da più di 6000 anni. In questi anni abbiamo imparato ad allevarle, selezionarle, accudirle e anche cucinarle, indicandole spesso come animali stupidi. Le ultime ricerche ci mostrano, invece, un animale dalle doti straordinarie. Uno studio intitolato “Thinking chickens: a review of cognition, emotion, and behavior in the domestic chicken” e pubblicato su Animal Cognition dai ricercatori americani, ne ha analizzato le varie sfaccettature emotive, comportamentali e cognitive, e si sono evidenziati numerosi aspetti eccezionali di questi uccelli.

 

Amorevoli geni con le piume

Dallo studio è emerso che le galline posseggono un vero e proprio linguaggio, fatto di vocalizzi e mimiche, che utilizzano per trasmettere segnali e stati d’animo. Inoltre, sono in grado di percepire gli intervalli di tempo ed anticipare eventi futuri, una caratteristica importante che ci accomuna. Non solo. Le galline posseggono capacità empatiche nei confronti degli altri individui del pollaio e della propria prole, manifestando ansia, paura, mostrandosi affettuose nei confronti dei pulcini. Addirittura si è evidenziato una capacità mnemonica eccezionale: i polli, ad esempio, riescono a ricordare la traiettoria di una palla nascosta per 180 secondi se possono vederla muoversi e per 1 minuto se non possono vederne lo spostamento. Una capacità, questa, solitamente tipica dei primati. Ma le scoperte più sorprendenti sono sulle doti matematiche di questi animali domestici.

 

Un “cervello di gallina” eccezionale

Un esperimento tutto italiano, citato in un convegno dalla Dott.sa Lucangeli (Prorettore e Professore Ordinario di Psicologia dello Sviluppo all’Università di Padova), ha evidenziato una capacità straordinaria delle galline. Questi uccelli, naturalmente, sono in grado di distinguere le quantità, dirigendosi su mucchietti di grani più cospicui. Ma riescono a contare solo fino a 3, poiché non distinguono mucchi più numerosi: si dice che quello è il loro “infinito numerico”. Durante l’esperimento, una gallina, posta di fronte ad un mucchio da tre ed uno da quattro, si è trovata in evidente difficoltà a scegliere.  Tuttavia, dividendo il mucchio di quattro chicchi in uno di tre ed un singolo chicco, la gallina si è diretta, decisa, sul gruppo da quattro: è riuscita, cioè, ad andare oltre il suo infinito numerico, imparando che quattro è maggiore di tre.

 

Tale madre, tale figlio

Anche i pulcini posseggono doti matematiche: rappresentano quantità diverse in ordine crescente come se fossero disposte da sinistra a destra. Uno studio effettuato da ricercatori del Centro Mente/Cervello (CIMeC) dell’Università di Trento e dell’Università di Padova, pubblicato su “Science”, ha mostrato che se i pulcini vedono una numerosità più piccola di quella iniziale vanno verso sinistra (il “luogo naturale” delle numerosità piccole), mentre quando ne vedono una più grande vanno a destra (il “luogo naturale” delle numerosità grandi). Inoltre, la grandezza di un numero è relativa e dipende dal confronto con il numero osservato durante l’addestramento: uno stesso numero, 8, può dirigere il comportamento o verso destra, o verso sinistra.

 

Oltre le piume c’è di più

Capacità che spesso pensavamo peculiari dell’uomo, sono invece comuni a questi animali, e che ci obbligano ad nuova e più matura consapevolezza. Un modo nuovo di guardare questi uccelli spesso e ingiustamente sottovalutati.  Alla luce delle ultime ricerche, le galline ci appaiono in una nuova ottica, e perché no, aprono strade nuove verso una conoscenza diversa e più ampia dei meccanismi di apprendimento: le galline ci stanno mostrando l’opportunità di un nuovo universo in un guscio d’uovo. 

 Francesco Attanasio

 

Bibliografia

Le Scienze, Anche i pulcini contano da sinistra a destra  29 gennaio 2015

Animal Cognition, Thinking chickens: a review of cognition, emotion, and behavior in the domestic chicken, marzo 2017, di Lori Marino

Daniela Lucangeli: https://www.youtube.com/watch?v=bpSslTL49gY

 

Foto:

Di Andrei Niemimäki from Turku, Finland – Friends, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3769100

Di Guam – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3948382

Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=399945

Di fir0002flagstaffotos [at] gmail.comCanon 20D + Tamron 28-75mm f/2.8 – Opera propria, GFDL 1.2, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=662609

Di Oeufs002b,06.png: Adolphe Millot (1857 – 1921)Derivative work: Dereckson (talk) – Oeufs002b,06.png, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=7577787